Interventi terapeutici per la disbiosi intestinale nell’anziano

L’invecchiamento e le funzioni fisiologiche del corpo umano sono inversamente proporzionali. Dall’età neonatale alla senescenza il microbiota intestinale e il sistema immunitario dell’ospite co-evolvono.

L’invecchiamento è accompagnato da un declino

  • della diversità microbica intestinale,
  • dell’immunità,
  • del metabolismo

e ciò aumenta la suscettibilità alle infezioni.

Qualsiasi cambiamento compositivo nell’intestino è direttamente collegato a disturbi gastrointestinali, obesità e malattie metaboliche.
L’aumento dell’invasione patogena opportunistica nell’intestino come il Clostridium difficile che porta all’infezione da C. difficile è più comune nella popolazione anziana. Con l’invecchiamento sono ben documentati ila maggior frequenza dei ricoveri e l’alta prevalenza delle infezioni nosocomiali.

Per controllare queste infezioni viene utilizzata a lungo termine la terapia antibiotica ad ampio spettro. Le infezioni nosocomiali e la terapia antibiotica in associazione o da sole portano a gastroenterite seguita da diarrea associata a Clostridium o diarrea associata ad antibiotico.

Soprattutto, l’uso di antibiotici ad ampio spettro è ampiamente dibattuto in tutto il mondo a causa della crescente resistenza antimicrobica.

L’uso di antibiotici a spettro ristretto potrebbe essere utile in una certa misura. L’integrazione dietetica di probiotici con prebiotici (sinbiotici) o senza prebiotici ha migliorato la diversità commensale dell’intestino e regolato il sistema immunitario.
La recente comparsa del trapianto di microbiota fecale ha svolto un ruolo importante nel trattamento della diarrea ricorrente associata a Clostridium. Questa review si concentra su vari interventi terapeutici per la disbiosi intestinale e le malattie gastrointestinali negli anziani.

Sono anche discussi in dettaglio i possibili meccanismi della resistenza antimicrobica e il meccanismo d’azione dei probiotici.

Fonte
R C Vemuri, R Gundamaraju, T Shinde, R Eri.
Therapeutic Interventions for Gut Dysbiosis and Related Disorders in the Elderly: Antibiotics, Probiotics or Faecal Microbiota Transplantation?
Benef Microbes 2017 Apr 26;8(2):179-192. doi: 10.3920/BM2016.0115.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *