• Consigli DOC: Una signora depressa

    Chi è Carlo Alfaro.Nato a Sant’Agnello (Napoli), vive a Sorrento. Pediatra, ricopre l’incarico di Dirigente Medico di Pediatria presso l’Ospedale De Luca Rossano di Vico Equense.E’ consigliere nazionale della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza. Appassionato di divulgazione scientifica e culturale, dal 2015 è giornalista pubblicista. La mia compagna, 52 anni, soffre da alcuni mesi di depressione. E’ afflitta da una sensazione di angoscia persistente, stanchezza cronica, perdita di interesse per qualsiasi attività, anche quelle da lei preferite, compreso mangiare, apatia nello svolgere le azioni quotidiane, auto-svalutazione e pensieri bui su se stessa, gli altri, il futuro. Eppure non abbiamo grossi problemi, ha una figlia da un precedente legame che le dà…

  • Il pericolo dei dolcificanti artificiali

    Il NutriNet-Santé è uno studio di coorte prospettico, in cui è stata valutata in 103.388 adulti francesi l’associazione tra l’assunzione di dolcificanti artificiali e malattie cardiovascolari L’assunzione di dolcificanti artificiali come aspartame, acesulfame potassico e sucralosio è risultata associata ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari. L’aspartame (Equal) è risultato associato al più alto rischio di ictus (HR, 0,17); esso è assorbito e metabolizzato in una varietà di composti, uno dei quali è la formaldeide. Ciò può indebolire la barriera ematoencefalica, aumentando il rischio di tossicità, infiammazione e ictus.  Il sucralosio (Splenda) è stato associato al più alto rischio di malattia coronarica (HR, 1,31); esso è solo parzialmente assorbito a…

  • Consigli DOC: Diagnosi di allergia alimentare

    Chi è Carlo Alfaro.Nato a Sant’Agnello (Napoli), vive a Sorrento. Pediatra, ricopre l’incarico di Dirigente Medico di Pediatria presso l’Ospedale De Luca Rossano di Vico Equense.E’ consigliere nazionale della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza. Appassionato di divulgazione scientifica e culturale, dal 2015 è giornalista pubblicista. Il mio nipotino di tre anni soffre di dermatite atopica, raffreddore perenne, tosse ricorrente e il pediatra sospetta un’allergia ma le prove allergiche sono negative, l’allergologo suggerisce di ripeterle dopo un anno. Conviene fare altri test? Le prove allergiche mediante prick-test, che suppongo siano quelle effettuate dal suo nipotino, rappresentano il test più utile, economico e pratico per lo screening delle allergopatie. Sono di solito indicative…

  • Bere più tè riduce il rischio di mortalità

    Utilizzando i dati della UK Biobank, un recente studio di coorte che ha coinvolto 498.043 adulti di età compresa tra 40 e 69 anni ha valutato l’associazione del consumo di tè con la mortalità per tutte le cause e per causa specifica. Durante un follow-up mediano di 11,2 anni, gli individui che hanno bevuto 2 o più tazze di tè al giorno hanno avuto rischi di mortalità per tutte le cause inferiori rispetto a quelli che non hanno bevuto tè, indipendentemente dalle variazioni genetiche nel metabolismo della caffeina. Inoltre, l’assunzione di tè era associata a un ridotto rischio di mortalità per malattie cardiovascolari, cardiopatia ischemica e ictus. Fonte:Maki Inoue-Choi ,et al.…

  • Consigli DOC: Stili di vita in adolescenza e salute futura

    Chi è Carlo Alfaro.Nato a Sant’Agnello (Napoli), vive a Sorrento. Pediatra, ricopre l’incarico di Dirigente Medico di Pediatria presso l’Ospedale De Luca Rossano di Vico Equense.E’ consigliere nazionale della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza. Appassionato di divulgazione scientifica e culturale, dal 2015 è giornalista pubblicista. Sono mamma di due ragazzi adolescenti di 14 e 13 anni, Marco e Giulio. Ho timore che non seguano uno stile di vita sano ma non vogliono ascoltarmi. Non fanno sport (colpa anche della pandemia, prima erano più attivi, si sono impigriti molto), disgustano frutta e verdura, stanno perennemente sul cellulare. Che fare? Purtroppo le statistiche dicono che i “vizi” dei suoi figli sono molto comuni…

  • Meglio non bere alcolici

    Un recente studio, pubblicato su Lancet, ha affermato che il consumo di alcol non è mai vantaggioso per le persone di età inferiore ai 40 anni. I dati indicano che bere di alcol in qualsiasi quantità aumenta il rischio di alcuni tumori, e questo a qualsiasi età. Per la prevenzione dei tumori non importa se la bevanda alcolica sia vino rosso, birra o vodka; per la prevenzione del cancro, è meglio non bere affatto.

  • Ritorno in ufficio e disturbi gastrointestinali

    I consigli dei medici AIGO per stare meglio Dai consigli alimentari per non appesantire il nostro organismo, al no deciso all’utilizzo di farmaci “fai-da te”, fino a suggerimenti su norme comportamentali per una ripartenza sprint anche in città. I medici AIGO stilano un pratico vademecum per accompagnarci nel quotidiano, nel rientro a casa, a scuola e in ufficio. Le vacanze estive costituiscono un momento di relax, spesso anche dal punto di vista alimentare, quando si abbandona la routine quotidiana e ci si concede qualche “sgarro” alimentare. Il ritorno in ufficio può rappresentare una causa dell’insorgere o del riacutizzarsi di alcuni disturbi a carico dell’apparato gastrointestinale, come il reflusso gastroesofageo o…

  • IN LIGURIA LA PRIMA GUIDA REGIONALE, CARTACEA E DIGITALE, DEDICATA ALLA SALUTE

    La Liguria è la prima regione italiana a mettere a disposizione dei suoi cittadini, gratuitamente, una guida cartacea e digitale di oltre 400 pagine dedicata alla salute e al benessere per prevenire e curare. La salute in questi ultimi anni di emergenza sanitaria, è diventata ancor più una priorità, si è trasformata quasi necessariamente nella ricerca quotidiana di risposte a domande che uno scenario in continua evoluzione imponeva. Una priorità che va gestita con professionisti qualificati e servizi certificati. SaluteSanità, è presentata oggi, venerdì 22 luglio alle ore 19 presso il M.A.G. di Telenord, dal Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dal Prof Matteo Bassetti, infettivologo. Si tratta di…

  • Consigli DOC: La Sindrome di Brugada

    Chi è Carlo Alfaro.Nato a Sant’Agnello (Napoli), vive a Sorrento. Pediatra, ricopre l’incarico di Dirigente Medico di Pediatria presso l’Ospedale De Luca Rossano di Vico Equense.E’ consigliere nazionale della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza. Appassionato di divulgazione scientifica e culturale, dal 2015 è giornalista pubblicista. Sono preoccupata perché a mio marito, 39 anni, a seguito di un tracciato elettrocardiografico, è stata diagnosticata la Sindrome di Brugada. Temo per lui e anche per i nostri figli perché mi hanno detto che è ereditaria. La sindrome di Brugada è un disturbo dell’attività elettrica del cuore, che è strutturalmente sano. Può provocare episodi di aritmia ventricolare gravi, talvolta perfino letali. E’ considerata una delle…

  • I robot per la riabilitazione: nuove opportunità di miglioramento della qualità di vita per le persone con disabilità

    Il supporto della robotica nella neuroriabilitazione sta per conoscere una nuova era. Il rapido sviluppo della tecnologia robotica propone oggi nuove opportunità nella cura di pazienti con traumi neurologici. La Conferenza di Consenso “Cicerone” promossa a fine 2021 dalla Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa (SIMFER) e dalla Società Italiana di Riabilitazione Neurologica (SIRN) è una pietra miliare che rivoluziona l’impatto della riabilitazione assistita da robot. L’Istituto Clinico Quarenghi,in collaborazione con l’Associazione Genesis econ il patrocinio dell’Associazione Italiana Ospedalità Privata (AIOP), ha organizzato sabato 9 Luglio a San Pellegrino Termel’incontro “Robotica e tecnologie per la neuroriabilitazione: sfide e prospettive dalla ricerca alla pratica clinica”. Responsabili scientifici sono stati il…