Nutraceutica

  • COMBATTERE IL CALDO E LA SPOSSATEZZA

    DALL’OSSERVATORIO INTEGRATORI & SALUTE, CONSIGLI PER AFFRONTARE LE ALTE TEMPERATURE Le alte temperature della stagione estiva possono essere fattori di rischio per la salute di persone di tutte le età. In particolare, il caldo diventa un pericolo se la temperatura esterna supera i 32-35 gradi e si accompagna ad un elevato grado di umidità, che impedisce la regolare sudorazione e influenza negativamente la circolazione delle gambe. Per affrontare il caldo anomalo di questo periodo, l’Osservatorio di Integratori & Salute condivide alcuni consigli dei propri esperti. I migliori alleati per combattere il caldo estivo: i sali minerali Per affrontare le temperature estive, si parte dalla tavola. Sotto la pressione del caldo,…

  • food healthy apple fall

    Con la dieta vegetariana nei bambini più probabile il sottopeso

    La dieta vegetariana è stata definita come un modello dietetico che esclude la carne, mentre una dieta vegana esclude i prodotti derivati dalla carne e dagli animali come latticini, uova e miele. Le diete vegetariane stanno diventando sempre più popolari per adulti e bambini: il 2,1% degli adulti americani segue una dieta vegetariana. Anche se si presume che la dieta vegetariana sia salutare per i bambini,pochi studi hanno valutato l’impatto della dieta vegetariana sulla crescita e sullo stato nutrizionale dell’infanzia. Una recente indagine, condotta su 8907 bambini, di cui 248 che erano vegetariani al basale (25 vegani) e 338 che avevano riportato una dieta vegetariana tra i 6 mesi e…

  • Lo yogurt per l’osteoporosi postmenopausa

    Probiotici significa letteralmente “per la vita” e la parola deriva dal latino e dal greco. Alcuni dei probiotici sono componenti batterici costituenti la normale flora intestinale umana. Questi batteri hanno potenziali effetti clinici per il trattamento o la prevenzione delle malattie di origine intestinale ed extraintestinale. Questi effetti possono essere utili per ridurre il rischio di alcune malattie, come la steatosi epatica, le malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD), le malattie cardiovascolari (CVD) e il diabete. Recenti indagini hanno anche indicato gli effetti benefici dei microbi intestinali sulla salute delle ossa. Alcuni studi sugli animali e uno studio sull’uomo hanno mostrato un effetto positivo dei probiotici sul metabolismo osseo e sulla…

  • ginkgo leaf and capsules

    Nicotinamide nella chemoprofilassi dei tumori cutanei

    La nicotinamide è l’ammide dell’acido nicotinico, ed è una vitamina idrosolubile del gruppo B (vitamina B3). Si ritiene che il suo ruolo nella chemioprofilassi sia attraverso la riparazione del danno al DNA e la riduzione dell’immunosoppressione dovuta all’esposizione ai raggi UV. Una recente revisione sistematica della letteratura ha valutato l’effetto della nicotinamide per via orale nella prevenzione del carcinoma a cellule basali (BCC), del carcinoma cutaneo a cellule squamose (cSCC) e della cheratosi attinica (AK) in 29 studi randomizzati controllati condotti in 3039 pazienti. La nicotinamide, rispetto ai controlli,  è risultata associata a una riduzione di BCC e cSCC, mentre non si è osservata alcuna significativa differenza per la AK o per rischio di melanoma.…

  • Altre prove che la dieta mediterranea favorisce una vecchiaia in salute

    Una dieta sana è considerata uno dei fattori fondamentali per raggiungere un invecchiamento sano. In effetti, un crescente numero di prove epidemiologiche mostra che la dieta mediterranea può ritardare o prevenire, nei soggetti più anziani, il declino cognitivo e l’insorgenza di molte malattie croniche. Lo studio InCHIANTI è uno studio prospettico condotto in un campione rappresentativo di anziani residenti nell’area geografica del Chianti (Toscana, Italia). Lo studio ha evidenziato che in condizioni basali una maggiore aderenza alla dieta mediterranea (valutata con un biomarcatore dietetico) si è associata, durante un follow-up di 20 anni, a un minor rischio di mortalità negli anziani. La misurazione dei biomarcatori dietetici può contribuire a guidare…

  • Gli integratori a base di olio di pesce sono veritieri?

    Labdoor è una società indipendente di San Francisco (USA) che testa gli integratori, analizzando se i prodotti hanno ciò che affermano e se contengono ingredienti nocivi o contaminanti. La qualità dell’olio di pesce è in gran parte determinata dalla sua concentrazione di EPA e DHA (acido eicosapentaenoico e acido docosaesaenoico), di acidi grassi omega-3 insaturi che contribuiscono maggiormente ai benefici per la salute proposti dall’olio di pesce. Un prodotto con una concentrazione maggiore di EPA+DHA sarà più potente e un consumatore otterrà relativamente più benefici per la salute per la quantità che assume. Recentemente Labdoor ha analizzato 54 integratori di olio di pesce più venduti negli Stati Uniti, misurando il…

  • Supplementazione di Vitamina D a dosaggio elevato per le pazienti con cancro mammario in trattamento chemioterapico

    I trattamenti per il cancro alla mammella (BC) inducono un deficit di vitamina D e conseguenti alterazioni del metabolismo osseo, con rischio di osteoporosi e morbilità scheletrica. Un recente studio clinico ha evidenziato che la supplementazione di vitamina D ad alte dosi  in pazienti  con cancro mammario iniziale che ricevono chemioterapia adiuvante è sicura ed efficace. Fonte:Elodie Chartron , Nelly Firmin, Célia Touraine, et al. A Phase II Multicenter Trial on High-Dose Vitamin D Supplementation for the Correction of Vitamin D Insufficiency in Patients with Breast Cancer Receiving Adjuvant Chemotherapy. Nutrients. 2021 Dec 10;13(12):4429.

  • Più olio di oliva assumiamo, minore è il rischio di mortalità

    E’ noto che l’olio d’oliva: riduce l’infiammazione abbassa la pressione sanguigna migliora la funzione endoteliale migliora la sensibilità all’insulina aumenta il colesterolo HDL Uno studio durato 28 anni ha evidenziato che  una maggiore assunzione di olio d’oliva era associata a: un rischio inferiore del 19% di mortalità per malattie cardiovascolari, un rischio inferiore del 17% di mortalità per cancro, un rischio inferiore del 29% di mortalità per malattie neurodegenerative, un rischio inferiore del 18% di mortalità per malattie respiratorie. Fonte: Marta Guasch-Ferré  et al. Consumption of Olive Oil and Risk of Total and Cause-Specific Mortality Among U.S. Adults. J Am Coll Cardiol. 2022 Jan 18; 79(2):101-112.

  • Ridurre la pressione del sangue senza farmaci

    Arrigo F.G. CiceroCentro Ricerche Ipertensione e Rischio Cardiovascolare.Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche, Alma Mater Studiorum Università degli Studi di Bologna – Presidente SINut. Il moderno approccio pre-farmacologico alla prevenzione e alla gestione dell’ipertensione arteriosa, dovrebbe essere “multitarget” e suggerire il miglioramento del peso corporeo, la qualità della dieta ed eventualmente l’inclusione di alcuni integratori alimentari. Il miglioramento dello stile di vita è una pietra angolare della prevenzione delle malattie cardiovascolari e ha un effetto rilevante sul controllo della pressione sanguigna. Le attuali Linee Guida internazionali sottolineano come sia importante implementare un approccio dietetico per fermare l’ipertensione (soprattutto attraverso la dieta DASH e una dieta mediterranea iposodica), per ottenere i…