• CREA: aggiornamento delle Linee Guida per una sana alimentazione

    Il Consiglio per la Ricerca in Agrcoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA) è il principale Ente di ricerca italiano dedicato alle filiere agroalimentari.  Recentemente è stata pubblicata la revisione 2018 delle Linee Guida per una sana alimentazione: si tratta del documento italiano di riferimento sulla sana alimentazione rivolto ai consumatori. Raccoglie e aggiorna periodicamente una serie di consigli e indicazioni alimentari, elaborate da un’apposita commissione scientifica, costituita da prestigiosi studiosi del mondo dell’alimentazione e non solo. Le Linee Guida italiane per una sana alimentazione possono essere visionate e scaricate al seguente sito: https://www.crea.gov.it/web/alimenti-e-nutrizione/-/linee-guida-per-una-sana-alimentazione-2018

  • L’alimentazione al tempo della quarantena, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità / Europa su cosa scegliere e come mangiare in modo sano

    Una Guida dell’OMS / Europa per le persone e le famiglie in auto-isolamento durante l’epidemia del COVID-19, periodo nel quale le normali abitudini alimentari possono essere profondamente modificate. Le oggettive difficoltà nel reperire articoli freschi non devono ostacolare l’assunzione di alimenti sani e variati, in particolare nei momenti in cui il sistema immunitario potrebbe essere “chiamato a combattere”. L’accesso limitato ai cibi freschi, inoltre, può anche portare ad un aumento del consumo di alimenti altamente trasformati, che tendono ad essere ricchi di grassi, zuccheri e sale. Ecco, quindi, una panoramica degli alimenti ad alto valore nutrizionale che sono generalmente convenienti, accessibili e hanno una scadenza più lunga. È possibile utilizzare questo elenco come ispirazione per cosa tenere a casa durante l’auto-quarantena o per soggiorni più lunghi: anche con pochi e limitati…

  • Questionario tratto da Proust: risponde Pamela Villoresi

    Pamela Villoresi è nata a Prato nel 1957 da padre toscano e madre tedesca.Inizia lo studio del teatro al Metastasio di Prato a soli 13 anni, a 14 debutta come protagonista nel Re nudo di Schwarz diretta da Paolo Magelli. All’età di 17 anni gira il Marco Visconti che la rende famosa al grande pubblico, e a 18 approda al Piccolo Teatro di Milano da Giorgio Strehler, e partecipa con Jack Lang alla fondazione dell’Unione dei Teatri d’Europa.