Consigli DOC: Un bambino che non vuole mangiare

Il nostro bambino di tre anni non vuole assolutamente mangiare al punto che ha perso peso. Non c’è stato integratore vitaminico o stimolante dell’appetito che tenga. Appare proprio disinteressato all’idea di mangiare. Come se fosse disgustato proprio dal cibo. Il pediatra ci ha spaventati parlando di ARFID.

Il Disturbo Evitante/Restrittivo nell’Assunzione di Cibo (Avoidant/Restrictive Food Intake Disorder, ARFID) è una forma di rifiuto del cibo che, a differenza dell’anoressia nervosa, non è collegata a una immagine distorta del proprio corpo né alla paura di prendere peso, ma a pura e semplice avversione per il cibo. Esistono tre varianti: mancanza di interesse per il mangiare; estrema selettività verso determinati sapori e odori; paura di assumere cibo in esito a eventi negativi come vomito o soffocamento. Colpisce più i bambini dei Paesi sviluppati, nella fascia dai 2 ai 13 anni, soprattutto nella preadolescenza. La terapia prevede un approccio psicologico cognitivo-comportamentale per correggere le idee sbagliate che sono alla base del comportamento evitante il cibo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *