• I nutraceutici possono proteggere il cervello dopo un ictus

    L’ictus determina una significativa morte neuronale e, a causa di meccanismi patogeni sinergici, provoca, a lungo termine, disabilità neurologica. L’ictus induce anche un cambiamento nelle abitudini alimentari e in molti casi porta alla malnutrizione che aggrava ulteriormente la patologia post-ictus. Un regime nutrizionale adeguato rimane una strategia importante per controllare i fattori di rischio modificabili delle malattie cardiovascolari e cerebrovascolari, compreso l’ictus. Parecchi studi indicano che i nutraceutici (forma isolata e concentrata di sostanze bioattive naturali presenti nei componenti nutrizionali della dieta) possono agire come agenti terapeutici profilattici e adiuvanti per prevenire il rischio di ictus, promuovere la tolleranza ischemica e ridurre le conseguenze post-ictus. I nutraceutici, inoltre, regolano la…

  • Il cacao amaro è utile per la salute del cervello

    I flavanoli del cacao proteggono gli esseri umani dalle malattie vascolari. Alcune osservazioni suggeriscono anche che le diete ricche di flavanoli proteggono dall’invecchiamento cognitivo con meccanismi ancora non chiariti. Un recente studio ha dimostrato, per la prima volta, che l’assunzione di flavanolo potenzia l’ossigenazione cerebrale e determina prestazioni più elevate quando la domanda cognitiva è notevole. Fonte:Gratton G, Weaver SR, Burley CV et al. Dietary flavanols improve cerebral cortical oxygenation and cognition in healthy adults. Sci Rep. 2020 Nov 24;10(1):19409. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33235219/