L’epidemia di COVID-19: dal “cigno nero” alle sfide e opportunità globali

Il mondo è in guerra contro la pandemia di SARS-CoV-2 (sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2, causa di COVID-19).

Come equipaggiare le nostre truppe? Oltre a fornire agli operatori sanitari le attrezzature di sicurezza adeguate, è richiesto un uso appropriato delle tecnologie disponibili. Robot, intelligenza artificiale, analisi dei Big Data, app mobili e telemedicina possono essere risorse efficaci anche nella lotta contro le pandemie. In effetti, i robot hanno un alto potenziale in diverse applicazioni correlate alle infezioni, come:

  • la disinfezione dell’ambiente,
  • la somministrazione di farmaci e alimenti,
  • la valutazione dei parametri clinici,
  • i controlli di sicurezza.

Per la prevenzione delle malattie è possibile utilizzare robot autonomi o telecomandati per la disinfezione delle superfici a raggi ultravioletti senza contatto.

I robot mobili incorporati con sensori di misurazione della temperatura (ovvero sensori termici) e algoritmi di visione (per il riconoscimento facciale) possono portare a screening economici, veloci ed efficaci della popolazione negli ospedali e nelle aree pubbliche (aeroporti, stazioni ferroviarie, porti, stazioni della metropolitana, ecc.). I robot possono anche essere impiegati per ottimizzare il tampone rinofaringeo e orofaringeo in termini di aumento della velocità del processo e protezione degli operatori sanitari. Un’altra potenziale area di applicazione è rappresentata dalla consegna di campioni e medicinali a persone infette mediante droni o robot di terra autonomi.

I dati raccolti da robot e app mobili possono essere analizzati mediante algoritmi di machine learning in grado di estrarre informazioni significative per la prevenzione e la previsione delle infezioni, il controllo della diffusione, la diagnosi e il trattamento delle persone infette.

I dati possono essere trasmessi a sistemi ospedalieri di informazione e sicurezza e possono essere abbinati ai dati raccolti dalle applicazioni mobili per supportare gli sforzi di tracciamento dei contatti durante l’epidemia e per limitare la diffusione dell’infezione: tuttavia, devono essere garantite le normative e le leggi sulla protezione dei dati e sulla privacy.

Fonte:
Stefano Mazzoleni, Giuseppe Turchetti, Nicolino Ambrosino.
The COVID-19 outbreak: From “black swan” to global challenges and opportunities.
Pulmonology May–June 2020: Volume 26, Issue 3, , Pages 117-118

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *