Più olio di oliva assumiamo, minore è il rischio di mortalità

E’ noto che l’olio d’oliva:

  • riduce l’infiammazione
  • abbassa la pressione sanguigna
  • migliora la funzione endoteliale
  • migliora la sensibilità all’insulina
  • aumenta il colesterolo HDL

Uno studio durato 28 anni ha evidenziato che  una maggiore assunzione di olio d’oliva era associata a:

un rischio inferiore del 19% di mortalità per malattie cardiovascolari,

un rischio inferiore del 17% di mortalità per cancro,

un rischio inferiore del 29% di mortalità per malattie neurodegenerative,

un rischio inferiore del 18% di mortalità per malattie respiratorie.


Fonte:

Marta Guasch-Ferré  et al. Consumption of Olive Oil and Risk of Total and Cause-Specific Mortality Among U.S. Adults. J Am Coll Cardiol. 2022 Jan 18; 79(2):101-112.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.