I tamponi al tempo del COVID-19: un aspetto controverso

Lorella Bertoglio
Conduttrice di “Sei in Salute”, programma di Medicina e Salute in onda su Supersix Canale 88 e Telenova

La questione tamponi si o tamponi no, farli a tutti o solo al personale in prima linea nella cura del coronavirus, ha creato molta confusione sull’utilità di questo strumento di diagnosi.

La ricerca delle persone infette tramite tamponi non può essere effettuata come screening di popolazione, ma in fase precoce e per isolare focolai nascenti, anche perché la negatività del test con tampone vale solo per il momento in cui viene effettuato ed è quindi importante per monitorare i sintomi precoci ed isolare tempestivamente i casi. Scettico sul test dei tamponi è anche il Prof. Pier Luigi Lopalco, Epidemiologo e Docente di Igiene e Medicina Preventiva presso L’Università di Pisa.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.