• Long COVID: Le conseguenze nel lungo periodo sull’intestino dei pazienti

    Daniel Della SetaGiornalista, autore e conduttore Rai e “Focus Medicina”. Già dopo la prima ondata del COVID-19 era stato appurato come il virus non attaccasse solo i polmoni, ma anche diversi organi, tra i quali:  • Sistema nervoso  • Fegato  • Cuore  • Pancreas  • Articolazioni  • Pell  • Midollo  • Cervello  • Intestino Il Policlinico di Milano, eccellenza nell’ambito della Gastroenterologia, ha contribuito alla ricerca, rilevando nel lungo periodo le conseguenze del COVID-19 a livello intestinale ed extra-intestinale. Gli effetti gastrointestinali a lungo termine sono di severità lieve. il follow up a lungo termine di pazienti con un’infezione acuta da COVID-19, nel 30-40% dei casi presentava problemi gastrointestinali, soprattutto…

  • Quando i geni non sono amici della salute. Impariamo a conoscerli

    La mutazione genetica BRCA È una mutazione genetica che predispone le donne ad un elevato rischio di sviluppare, nel corso della propria vita, in modo precoce e aggressivo, principalmente il cancro della mammella e dell’ovaio. L’incidenza del rischio si aggira intorno al 72% per il tumore al seno, contro il 12% circa della popolazione femminile generale e dal 17 al 44% per il tumore ovarico, contro l’1,8% del resto della popolazione. Per gli uomini predispone un rischio aumentato di carcinoma della mammella maschile e della prostata. Recenti studi dimostrano che, sebbene con un’incidenza minore, esiste un rischio aumentato, in entrambi i sessi, anche per altre patologie oncologiche, come il tumore…

  • Le Olimpiadi dell’Ambiente e della Salute

    Daniel Della SetaGiornalista, autore e conduttore Radio Rai “L’Italia che va…” Incontro con Michele Mirabella È sempre arricchente e affascinante parlare con Michele Mirabella, laurea in Lettere, innamorato della letteratura e della bellezza, profondo esteta. Professore di Sociologia della Comunicazione, tra i suoi diplomi e le Lauree honoris causa in Medicina e Farmacia, che fanno bella mostra di sé nel suo studio dell’abitazione romana. Se ne esce più consapevoli e assetati di conoscenza. Mirabella, sebbene abbia vissuto decine di esperienze, anche come attore di teatro e di cinema, come scrittore, docente, volto televisivo legato a “Elisir“ e a “Tutta Salute” in Rai, rimane un evergreen, capace di stupire e rimanere…

  • Insonnia da COVID-19

    Tra i vari effetti negativi che la pandemia sta causando a livello psicofisico nella popolazione mondiale, uno dei più frequenti è legato ai disturbi del sonno.  L’aumento delle preoccupazioni per il futuro, la mancanza di momenti di socialità e una vita molto più sedentaria sono solo alcuni degli aspetti che influiscono sulla nostra routine anche a letto. Secondo un’indagine condotta dall’Istituto Piepoli e commissionata dal Consiglio Nazionale degli Psicologi, il 63% degli italiani soffre di stress da pandemia, i cui principali sintomi sono ansia, depressione e insonnia.  Risultati simili emergono da molti altri studi realizzati in questi mesi: da uno di questi, coordinato dall’Università degli Studi di Parma e pubblicato…

  • Bruxismo. Un aiuto arriva dallo “yoga della bocca”

    Lo stress da pandemia per il COVID-19 aumenta anche i disturbi durante il sonno. Mancano le terapie specifiche, ma molto si può fare per contrastare il digrignamento dei denti Daniel Della Seta Giornalista autore e conduttore Rai e “Focus Medicina” L ’ansia della pandemia dovuta al virus SARS-CoV-2 causa anche un significativo incremento dei disturbi del cavo orale, che possono degenerare in ulteriori patologie, comprese le cefalee. Tutti possono avere qualche “tic” e qualche manifestazione di nervosismo talora temporanea, specie in tempi difficili come questi che stiamo vivendo. Il bruxismo ossia il “digrignare i denti” soprattutto di notte, è uno dei disturbi più comuni. La pandemia ha portato ad un…

  • Vaccinazione antinfluenzale ai tempi della COVID-19

    Daniel Della SetaGiornalista autore e conduttore Rai e “Focus Medicina” Le Società scientifiche e gli specialisti ribadiscono la necessità del fattore tempo idoneo per la messa a punto del vaccino contro la COVID-19, ma occorre fiducia e perseveranza. Le priorità oggi restano: prevenzione e consapevolezza dei rischi. Intanto, vacciniamoci contro l’influenza, per una prevenzione efficace. Sulla COVID-19 tutti gli esperti parlano chiaro “Il virus è vivo e vegeto. L’impatto combinato delle due patologie potrebbe provocare danni incalcolabili alla popolazione del nostro Paese” precisa Claudio Cricelli, Presidente SIMG. “Il virus è ancora tra noi e siamo nel pieno di una seconda ondata pandemica già annunciata” ha sottolineato Giovanni Rezza, Direttore Prevenzione…

  • Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI) e COVID-19 Dal ritorno alla normalità ai rischi di una seconda ondata

    Dopo i duri mesi del lockdown, durante i quali i Centri per le malattie infiammatorie croniche intestinali (malattia di Crohn e colite ulcerosa) sono stati chiusi o disponibili solo per le urgenze, con i medici impegnati a fronteggiare l’urgenza pandemica ed i pazienti con la paura di recarsi in ospedale, finalmente si ritorna alla normalità. E’ una normalità che Fernando Rizzello (Policlinico S. Orsola Malpighi, Bologna) definisce distorta, algida, difficile, per le misure di protezione all’accesso delle strutture sanitarie, che non devono fermare i pazienti, ai quali va detto chiaramente di  continuare la terapia in corso, ricontattare i propri centri di riferimento per riprendere il monitoraggio della malattia e ristabilire…

  • Salutepertutti.it nelle sale d’attesa

    DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 luglio 2020  Allegato 1. E’ consentita la messa a disposizione, possibilmente in più copie,  di riviste, quotidiani e materiale informativo a favore dell’utenza  per un uso comune, da consultare previa igienizzazione delle mani. Fonte:https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/07/14/20A03814/sg

  • Protezione solare negli apprendisti e nei lavoratori all’aperto

    Un recente studio ha evidenziato che la maggior parte dei lavoratori all’aperto, provenienti dai settori agricolo e delle costruzioni di una regione del nord-Italia, ha riferito di cattive abitudini protettive nei confronti dell’esposizione solare. I giovani apprendisti dei settori dell’edilizia e dell’agricoltura hanno indicato comportamenti di protezione solare ancora peggiori, sia durante l’apprendistato che nelle attività ricreative. Questo studio mostra una scarsa alfabetizzazione sanitaria correlata ai raggi UV solari nei soggetti che lavorano all’aperto e negli apprendisti. Ulteriori iniziative educative sono necessarie in Italia per migliorare l’adozione di comportamenti protettivi durante le attività all’aperto. Fonte:Alberto Modenese 1, Tom Loney 2, Francesco Pio Ruggieri 3, Lorenzo Tornese 4, Fabriziomaria Gobba. Sun protection habits and behaviors of a group of…

  • Organizzazione del territorio e facile accessibilità alle cure ed al personale sanitario: come prendersi cura dei pazienti e del SSN.

    Di Lorella Bertoglio Conduttrice di Sei in Salute, in onda su Supersix e Telenova lunedi alle 20.00 Responsabile Area video UNAMSI (Unione NAzionale Medico Scientifica di Informazione).  L’oncologia sta attraversando un periodo di grande cambiamento: il progressivo invecchiamento della popolazione da una parte e l’impatto delle terapie di nuova generazione su guarigione e cronicizzazione dall’altra generano nuovi e complessi bisogni a cui dare risposta per migliorare la qualità di vita delle persone che affrontano il tumore. Le necessità di cura e assistenza ai malati oncologici non si esauriscono con i trattamenti terapeutici: la condizione di fragilità determinata dalla malattia influisce spesso su una vasta gamma di aspetti psicologici ed emozionali e la…