Aloe Vera: aggiornamento farmacologico

L‘Aloe Vera è stata tradizionalmente impiegata nel trattamento di lesioni cutanee (ustioni, tagli, punture di insetti ed eczemi) e di problemi digestivi, in virtù delle sue proprietà: antinfiammatorie, antimicrobiche e cicatrizzanti.

La ricerca su questa pianta medicinale è stata finalizzata alla convalida degli usi tradizionali e all’approfondimento del meccanismo d’azione, identificando i composti (aloe-emodin, aloin, aloesin, emodin e acemannano) responsabili di queste attività.

Questa rassegna fornisce una panoramica degli attuali studi farmacologici (in vitro, in vivo e studi clinici), scritti in lingua inglese negli ultimi sei anni (2014-2019). La maggior parte degli studi si sono concentrati sull’azione anticancro, sull’attività protettiva della pelle, sugli effetti digestivi e sulle proprietà antimicrobiche. I promettenti risultati di questi studi condotti solo con Aloe Vera (non con i composti isolati), incoraggiano l’applicazione clinica dell‘Aloe vera in queste aree: protezione ossea, diabete e cancro.

Fonte:
Sánchez M, González-Burgos E, Iglesias I, Gómez-Serranillos MP. Pharmacological Update Properties of Aloe Vera and its Major Active Constituents. Molecules. 2020 Mar 13;25(6). pii: E1324.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *