Consigli DOC: Scuola e COVID

Con la rubrica “Consigli DOC”, i nostri lettori possono scriverci i loro dubbi per essere guidati ad acquisire le informazioni utili a compiere scelte più consapevoli sui loro problemi e ad intraprendere azioni volte a proteggere e promuovere la propria salute e benessere.
Aspettiamo le vostre e-mail a questo indirizzo: info@salutepertutti.it

Ho un bambino di 8 di anni e una ragazza di 15 che sono felicissimi quest’anno della possibilità della scuola in presenza. Per questo vediamo con grande timore e anche dolore l’idea che possa ricominciare l’incubo dei casi positivi, i tamponi, gli isolamenti, le quarantene, la dad. Possibile che non esista un modo per scongiurare questo strazio?

Purtroppo, i protocolli anti-Covid negli istituti scolastici sono ancora quelli dello scorso anno: in caso di una persona risultata positiva nella classe, test e tracciamento dei contatti, isolamento dei malati e quarantena dei contatti della classe. Secondo gli studi, tuttavia, se a scuola c’è un positivo al Covid non è necessario isolare tutta la classe, ma basterebbe fare test rapidi sulla saliva ai contatti tutte le mattine e mettere in isolamento solo gli eventuali positivi. Questa procedura risulta ugualmente efficace per controllare la diffusione del virus e nello stesso tempo riduce i giorni di scuola persi. Anche perché tutti gli studi concordano che le scuole sono tra i luoghi più sicuri, mentre la chiusura delle scuole ha creato danni psicologici importanti ai bambini e adolescenti.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *