• 31 Maggio: Giornata mondiale senza tabacco

    Il fumo in Italia nel 2022: indagine ISS-DOXA Una fotografia del tabagismo in Italia scattata dall’Osservatorio Fumo Alcol Droga (OSSFAD) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS).https://www.iss.it/documents/20126/7111700/Fumo+in+Italia_2022_30_05.pdf/9ed6ca7e-27b7-339f-96b8-0148d810ba51?t=1653984401876

  • PIVOT SALUS la prevenzione cardiovascolare a portata di tutti

    Dai dati emersi, dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, le malattie cardiovascolari rappresentano tutt’oggi la prima causa di mortalità in Italia e in Europa. In particolar modo la cardiopatia ischemica (infarto del miocardio) rappresenta il 28% di tutte le morti in Italia. Numerosi studi hanno dimostrato come la familiarità (genetica) predispone allo sviluppo di una patologia cardiovascolare, ma non bisogna dimenticarsi che negli anni sono stati identificati almeno nove fattori di rischio e comportamenti sanitari, che rappresentano oltre il 90% del rischio attribuibile all’infarto miocardico acuto. Questi fattori di rischio sono: Ipertensione arteriosa Aumento del valore di colesterolo e trigliceridi Presenza di diabete mellito Obesità Alcol Fumo…

  • Come si preparano le marmellate per evitare il rischio del botulismo? Risponde l’Istituto Superiore di Sanità

    Le marmellate e le confetture non sono pericolose per il botulismo in quanto la frutta è generalmente acida e il quantitativo di zucchero utilizzato inibisce il botulino. La ricetta più sicura è quella che prevede un’uguale quantità di frutta e zucchero. Se si desidera utilizzare meno zucchero è opportuno usare quantitativo non inferiore a 750g di zucchero per ogni kg di frutta.E’ possibile, ridurre il quantitativo di zucchero aggiungendo alla preparazione le pectine (facilmente reperibili in commercio) poichè questi prodotti contengono conservanti.Per i tempi di cottura dipende da diversi fattori (quantitativo di frutta, grado di maturazione ecc) e comunque non è la cottura che elimina il rischio botulismo. Fonte:ISS: Alimentazione,…

  • Influenza, l’Istituto Superiore di Sanità dichiara: 638mila casi nell’ultima settimana

    Non accenna a fermarsi la corsa dell’influenza: nella quarta settimana del 2020, i casi stimati di sindrome influenzale, rapportati all’intera popolazione italiana, sono circa 638.000, per un totale di circa 3.451.000 casi a partire dall’inizio della sorveglianza. Il picco non è stato ancora raggiunto e la curva epidemica continua a salire. In Italia l’incidenza totale è stata di 10,6 casi per mille assistiti, con il dato maggiore nei bambini sotto i cinque anni, dove è stata di 30,8 casi. La sorveglianza sentinella della sindrome influenzale InfluNet è coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) con il sostegno del Ministero della Salute. La rete si avvale del contributo dei medici di medicina…