Come regolare il transito intestinale

Giuseppe Minervini
Medico Chirurgo
Specialista in Medicina dello Sport, Omeopatia, Agopuntura
Referente medico c/o Medicina Riabilitativa, Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano.

Non esiste un criterio per affermare quale sia la frequenza normale di evacuazioni.

Pur nella grande variabilità individuale, è ritenuta fisiologica una frequenza a giorni alterni, o anche per tre volte alla settimana.

Il disturbo più frequente della defecazione è la stipsi (o stitichezza), caratterizzata dalla difficoltà di eliminare le feci, con evacuazioni non frequenti, per almeno 3 mesi.

La stipsi non è una patologia, ma è un sintomo, che può manifestarsi da solo, o nell’ambito di malattie diverse.

Alcune condizioni ne determinanol’ insorgenza (dieta inadeguata, stress, scarsa idratazione, ridotta attività fisica, alcuni farmaci costipanti, malattie metaboliche, psichiatriche e neurologiche, esiti di interventi chirurgici addominali e ginecologici).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *