Medicina

  • man in black crew neck shirt smoking

    Impatto del fumo sulla funzione sessuale

    Un recente studio ha valutato la relazione tra la cessazione del fumo e miglioramento della funzione sessuale. Utilizzando i dati dei partecipanti arruolati nello studio REDUCE, gli autori hanno valutato gli esiti della funzione sessuale in 6754 uomini caratterizzati come: non fumatori per tutta la vita, ex fumatori, fumatori attuali. Mentre i fumatori attuali avevano livelli medi di testosterone totale più elevati rispetto ai non fumatori, avevano maggiori probabilità di avere una bassa libido e disfunzione erettile rispetto ai non fumatori. Gli ex fumatori avevano significativamente meno probabilità di avere una bassa libido e disfunzione erettile rispetto ai fumatori attuali. Questo studio mostra che i fumatori attuali hanno maggiori probabilità…

  • 31 Maggio: Giornata mondiale senza tabacco

    Il fumo in Italia nel 2022: indagine ISS-DOXA Una fotografia del tabagismo in Italia scattata dall’Osservatorio Fumo Alcol Droga (OSSFAD) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS).https://www.iss.it/documents/20126/7111700/Fumo+in+Italia_2022_30_05.pdf/9ed6ca7e-27b7-339f-96b8-0148d810ba51?t=1653984401876

  • La dieta mediterranea è sempre da preferire

    Lo studio CORDIOPREV, ha cui hanno partecipato 1002 pazienti, ha evidenziato che la dieta mediterranea è superiore alla dieta a basso contenuto di grassi nella prevenzione di eventi cardiovascolari maggiori. I risultati, rilevanti per la pratica clinica supportano l’uso della dieta mediterranea nella prevenzione secondaria. Fonte: Javier Delgado-Lista , Juan F Alcala-Diaz , Jose D Torres-Peña , et al.Long-term secondary prevention of cardiovascular disease with a Mediterranean diet and a low-fat diet (CORDIOPREV): a randomised controlled trial. Lancet. 2022 May 4;S0140-6736(22)00122-2. doi: 10.1016/S0140-6736(22)00122-2.

  • sign display business creativity

    Lo screening endoscopico per il cancro del colon-retto nelle donne deve iniziare prima dei 50 anni

    Un recentissimo studio, condotto su 111.801 donne statunitensi, ha dimostrato che, per ridurre il rischio del cancro del colon-retto nelle donne, lo screening endoscopico deve essere iniziato prima dei 50 anni Fonte:Wenjie Ma , Molin Wang , Kai Wang, et al.  Age at Initiation of Lower Gastrointestinal Endoscopy and Colorectal Cancer Risk Among US Women. JAMA Oncol. 2022 May 5. doi: 10.1001/jamaoncol.2022.0883. Online ahead of print.

  • old couple walking while holding hands

    Prevenzione del cancro nell’anziano

    Un recente studio ha evidenziato che l’integrazione quotidiana con alte dosi di vitamina D3 più omega-3, in combinazione con un semplice programma di esercizio fisico a casa, riduce cumulativamente il rischio di cancro nell’anziano. Fonte:Bischoff-Ferrari HA, Willet WC, et al. Combined Vitamin D, omega-3 fatty acids, and a simple home exercise program may reduce cancer risk among active adults aged 70 and older: a randomized clinical trial. Front. Aging. 2022 Apr 25.

  • Nasce Che Mangio, la APP studiata dai Gastroenterologi per facilitare il regime alimentare quotidiano

    Mangiare bene, si sa, è importante, ancor di più quando si soffre di una patologia con cui alcuni alimenti, spesso non sospetti, potrebbero interagire peggiorando la terapia. Che Mangio è la prima applicazione medica, completamente gratuita, ideata da due giovani medici AIGO (Associazione Italiana Gastroenterologi e Endoscopisti Digestivi Ospedalieri) specialisti in Gastroenterologia, Claudio Zulli e Mariano Sica. L’intento, da un lato, è supportare il medico nella gestione dei pazienti che soffrono di disturbi gastrointestinali, e dall’altro di permettere al paziente di avere sempre a portata di mano la risposta alla domanda che mangio? L’applicazione, utilizzabile con qualsiasi smartphone, è molto intuitiva e permette al paziente di creare un proprio profilo…

  • Artrite reumatoide: l’aiuto viene dalla dieta

    L’artrite reumatoide (AR) è una malattia autoimmune sistemica cronica che colpisce le articolazioni sinoviali e causa grave disabilità. È stato proposto che fattori ambientali e di stile di vita, inclusa la dieta, svolgano un ruolo nell’insorgenza e nella gravità dell’AR. La manipolazione dietetica può aiutare a gestire i sintomi dell’AR riducendo l’infiammazione e potenzialmente diminuendo il dolore. Un recente studio, condotto in Italia, ha valutato l’effetto di una dieta di 3 mesi che evita carne, glutine, e il lattosio (e tutti i prodotti lattiero-caseari; dieta privativa) rispetto a una dieta equilibrata di controllo che includeva quegli alimenti. Entrambe le diete sono state progettate per ridurre il peso poiché tutti i…

  • clear wine glass on black surface

    Anche piccole dosi di alcol distruggono il cervello

    Una recente indagine ha mostrato che il consumo di alcol si associa a danni cerebrali macro e microscopici che sono già evidenti negli individui che consumano in media anche piccole quantità giornaliere e che diventano più importanti con l’aumento dell’assunzione di alcol. Fonte: Remi Daviet, Gökhan Aydogan, Kanchana Jagannathan, et al.Associations between alcohol consumption and gray and white matter volumes in the UK Biobank. Nat Commun. 2022 Mar 4;13(1):1175.

  • Nelle donne vaccinate il latte materno ha anticorpi contro SARS-CoV-2

    Un recentissimo studio suggerisce che i bambini allattati al seno avranno accesso agli anticorpi SARS-CoV-2 fino a 6 mesi dopo la vaccinazione materna. Fonte:Stephanie E Perez , Luis Diego Luna Centeno , Wesley A Cheng , et al. Human Milk SARS-CoV-2 Antibodies up to 6 Months After Vaccination. Pediatrics. 2022 Feb 1;149(2):e2021054260.

  • TUMORE ALLA PROSTATA: LA FONDAZIONE ONDA ASSEGNA IL BOLLINO AZZURRO A 94 CENTRI MULTIDISCIPLINARI

    Il tumore alla prostata è una tra le malattie più diffuse negli uomini: in Italia sono circa 564.000 le persone con una pregressa diagnosi di tumore della prostata, pari al 19% dei casi di tumore nei maschi e ogni anno si contano circa 36.000 nuove diagnosi. Fondazione Onda ha assegnato a 94 strutture sanitarie il Bollino Azzurro, un riconoscimento volto ad individuare i centri che garantisco un approccio multidisciplinare e interdisciplinare dei percorsi diagnostici e terapeutici per le persone con tumore alla prostata. Inoltre, 33 strutture sono state insignite di una menzione speciale, pur non avendo tutti i requisiti per l’ottenimento del Bollino Azzurro, in prospettiva di un miglioramento futuro del percorso multidisciplinare nel trattamento del tumore alla prostata. Quali…