• Il PANE

    Il pane nella Torah e nella pratica religiosa ebraica (Alberto Sermoneta-Bologna) Il pane è un simbolo in tutte le tradizioni religiose, in particolare in quella ebraica, sia nella tradizione scritta sia in quella orale nelle quali viene stabilito come e quando si mangia. Quando viene celebrato qualcosa di positivo ci sono sempre il vino, simbolo della gioia, e il pane, simbolo del benessere. Nel libro della Genesi, il re-sacerdote di Gerusalemme Melkitsedek (primo figlio di Noe) per ringraziare Abramo, lo benedice porgendogli pane e vino e, in un altro passo della Torah, Abramo corre incontro agli inviati divini e per manifestare la sua ospitalità, dopo aver lavato loro i piedi,…

  • Podcast: un fenomeno digitale in espansione

    Che cos’è un podcast? Avrete letto spesso questa parola durante il lockdown a causa della pandemia da COVID-19. Se tale termine vi ha incuriosito, in questo articolo vi spieghiamo questo fenomeno digitale in continua espansione. Un podcast non è altro che un file audio digitale, dai molteplici contenuti, distribuito attraverso Internet e fruibile su un computer o su un lettore MP3. Il termine “podcast” è la combinazione tra “pod” e “cast”, due particelle della lingua inglese che fanno riferimento alla natura tecnologica di questo strumento di comunicazione. “Cast” vuol dire letteralmente “spargere, diffondere” e il termine “pod”, in inglese “baccello”, fa riferimento al supporto fisico che ha innovato le modalità…

  • Durante la vacanza estiva prenditi cura della tua pelle

    D’estate la maggior parte di noi trascorre più tempo all’aperto per godersi il sole. Godersi la vita all’aria aperta è piacevole a patto che si protegga la pelle dai raggi dannosi del sole. Infatti l’esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV) è la principale causa del cancro della pelle, che è il tipo più comune di cancro negli Stati Uniti. La maggior parte dei tumori della pelle, tuttavia, è altamente curabile e, soprattutto, altamente prevenibile. Che tu sia fuori per 30 minuti o un’ora, il sole può danneggiare la pelle in appena 15 minuti se non stai prendendo precauzioni. Ecco alcuni consigli per proteggere te stesso e la tua famiglia: Trascorri del…

  • La Quintana di Ascoli Piceno

    Ascoli Piceno ha origini antichissime: i primi insediamenti risalgono al neolitico (tra l’8000 e il 5000 a.C.). Secondo la tradizione la città fu fondata dai Sabini in occasione del “Ver Sacrum”, cerimonia che veniva celebrata in occasione di carestie, sovrappopolazione o eventi di particolare gravità, nel corso della quale un gruppo di persone, per lo più giovani, lasciava la propria terra per cercare nuovi luoghi in cui insediarsi e formare una nuova comunità. In una di queste cerimonie, secondo la leggenda, un gruppo di Sabini fu guidato da un picchio, uccello sacro a Marte, che terminò il suo volo alla confluenza dei fiumi Tronto e Castellano. Qui fu fondata la…

  • L’uso dei questionari sulla salute nel calcio professionistico

    Negli sport d’élite, in particolare nel calcio, c’è una sottile linea che separa il successo e la gloria dal fallimento. Ci sono diversi fattori che influiscono sul determinismo di una delle due situazioni, capire ed analizzare questi fattori è fondamentale per stabilire se un giocatore si stia adattando bene ad alcuni metodi di allenamento. Per valutare ed analizzare questi valori così dipendenti da tante variabili, si utilizzano da anni dei questionari studiati nei minimi dettagli. Tra le squadre professionistiche che più utilizzano il metodo dei questionari, c’è il FC Barcellona, uno dei team più famosi e vincenti di sempre.L’analisi dei questionari sottoposti ai giocatori è molto più precisa e rapida…

  • Giorni di ordinaria follia in Farmacia (6/6)

    Miti, leggende, varie ed eventuali Uno dei momenti più alti di questo mio mese in farmacia è stata la seguente richiesta fatta per telefono. “dottorè, vi è arrivato qualche vaccino antibiotico anti coronavirusse?” Certo, in quantità anche. Ma non vogliamo dispensarlo, lo teniamo tutto per noi. “dottorè, posso veni’ in farmacia a farmi il tampone?” La farmacia dei servizi. In realtà, la vera protagonista indiscussa dell’emergenza è soltanto una: la vitamina C. E’ stata richiesta in qualunque formulazione, in qualunque dosaggio, in qualunque via di somministrazione. “dottorè, dammi pure la vitamina c, va. Bisogna alza’ le difese immunitarie.” “dottorè, ma come solo da 1 grammo? Non ce l’avete da 1000…

  • Giorni di ordinaria follia in Farmacia (5/6)

    Un essere mitologico. Un grande assente, ma allo stesso tempo un grande protagonista di questa emergenza Covid. Complici tutti i talkshow a reti unificate e tutti i telegiornali che ne parlano, pare che sia l’unico strumento sulla faccia della terra a definire chiaramente se sei malato oppure no: ti misuri la saturazione e se scende (da qualche valore iniziale? Boh! Qual è il limite pericoloso? Mah!) devi correre al pronto soccorso perché si mette male. Non si chiama più pulsossimetro. Ora si chiama saturimetro. Lo chiedono, lo vogliono, lo pretendono, a qualsiasi costo. Al telefono viene chiamato correttamente con il suo nome, “saturimetro”, ma il cliente che arriva e lo…

  • Giorni di ordinaria follia in Farmacia (4/6)

    Anche qui, una lista d’attesa infinita, innumerevoli telefonate ad ogni minuto, minacce, questione di vita o di morte. La titolare in un impeto di creatività s’impegnò a fare dei cartelloni che cantavano a lettere cubitali “NON CI SONO MASCHERINE”. Inutili. Il vecchietto entrava, li leggeva e poi “ma le mascherine non sono ancora arrivate?”. “dottorè, io ho BISOGNO di una mascherina!” “signora, mi dispiace, ma non riusciamo ad averle!” “MA COME! Voi le avete sicuro e non ce le date!” “dottorè, dai, dammi la tua di mascherina. Tanto ti arrivano e poi tu te la compri” “a me de lu virusse non me ne frega, non ci credo, non mi…

  • Giorni di ordinaria follia in Farmacia (3/6)

    L’Amuchina è stata mancante fin da subito. Fortunati quelli che l’hanno sempre utilizzata e ne avevano una scorta in casa, altrimenti, come ben sappiamo, non se ne trovava una goccia manco a piangere. Abbiamo dovuto istituire una lista di attesa per quelli che avevano un estremo bisogno di gel igienizzate per le mani. In parallelo, è uscita la famigerata ricetta per farla in casa: alcol alimentare, glicerolo, acqua. “dottorè, che c’hai l’alcol?” “dottorè, mi serve un litro di glicerolo” “dottorè, ma il glicerolo che è?” Il risultato è stato che sono spariti dal commercio sia il glicerolo che l’alcol, scatenando panico e indignazione. “ma io come faccio dottorè? C’ho i…

  • Giorni di ordinaria follia in Farmacia (2/6)

    La distanza di sicurezza. Appena scoppiata l’emergenza non sapevamo come fare per far capire alle persone il concetto di distanza di sicurezza. Ma non solo tra i pazienti in fila, anche nel rapporto verso di noi farmacisti. Abbiamo piazzato a terra delle righe gialle distanziate di circa 1,20m e confusi dalla novità c’è chi aveva capito che saltando da una striscia all’altra vinceva un premio. Non esagero. Ho visto persone allungare la gamba in equilibrio precario cercando di calpestare solamente la striscia come se stessero giocando a campana. Una volta capito che le strisce erano semplicemente per posizionare le persone in attesa ad una certa distanza, hanno cominciato ad accalcarsi…