• Il ferro, risorsa fondamentale per la lotta contro l’anemia

    In Italia la mancanza di ferro interessa 3 persone su 10, soprattutto donne. In particolare, nelle donne in gravidanza, comporta un rischio maggiore di morte e malattie per la madre e per il feto. In tutto il mondo, l’anemia colpisce mezzo miliardo di donne in età riproduttiva. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riconosce l’anemia come problema di salute pubblica a livello globale e punta ad una riduzione del 50% tra le donne in età fertile, entro il 2025. L’anemia nelle donne in età riproduttiva è una delle principali sfide per la salute pubblica, con un impatto a lungo termine sulla loro salute, su quella dei loro figli e sullo sviluppo…

  • Malattia da COVID-19: Domande e Risposte sui vaccini – Risponde l’Organizzazione Mondiale della Sanità

    Esiste un vaccino per COVID-19? Non ancora. Molti potenziali vaccini sono allo studio e diversi grandi studi clinici potrebbero riportare i risultati entro la fine del 2020 o all’inizio del 2021. Se un vaccino si è dimostrato sicuro ed efficace, deve essere approvato dalle Autorità regolatorie nazionali, quindi prodotto secondo standard rigorosi e successivamente potrà essere distribuito. L’OMS sta lavorando con partner in tutto il mondo per aiutare a coordinare le fasi chiave di questo processo. Una volta che un vaccino sicuro ed efficace sarà disponibile, l’OMS lavorerà per facilitare un accesso equo per i miliardi di persone che ne avranno bisogno. Quando saranno pronti per la distribuzione i vaccini…

  • Micronutrienti e COVID-19

    E’ ben chiaro che i micronutrienti (vitamine e sali minerali) non curano l’infezione COVID-19, ma l’OMS ricorda che i micronutrienti, come le vitamine D e C e lo zinco, sono fondamentali per il buon funzionamento del sistema immunitario e svolgono un ruolo di grande importanza nel promuovere la salute e il benessere nutrizionale. Fonte:https://www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019/advice-for-public/myth-busters

  • Riprendi il controllo della tua vita

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha messo in evidenza la relazione aggravante tra alcol e coronavirus: l’alcol irrita le mucose e le rende più permeabili all’ingresso del virus attraverso la gola; indebolisce la risposta immunitaria; deprime i centri del respiro favorendo una malattia più grave. L‘Istituto Europeo per il trattamento delle Dipendenze (IEuD) riceve informazioni quotidiane sullo stato delle dipendenze in Italia: le richieste di aiuto hanno avuto una impennata in questi tempi di reclusione forzata. Costrette in casa dall’epidemia di coronavirus, molte persone cercano il sostegno necessario per liberarsi dai condizionamenti di alcol, droghe, gioco d’azzardo, patologie affettive, decidendo di riprendere in mano la propria vita. L’alcolismo è una…

  • L’OMS sfata un mito…

    Se ne sentono di tutti i colori, sul Corona virus ed ogni volta ci si aspetta di leggere qualcosa di nuovo, utile ed autorevole. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha ritenuto necessario specificare che aggiungere pepe e peperoncino piccante alla nostra minestra o ad altri piatti NON previene, ne’ cura il COVID-19. Secondo l’OMS, il modo migliore per proteggersi dal Coronavirus è tenersi ad almeno 1 metro di distanza dagli altri e lavarsi le mani frequentemente ed accuratamente.È anche utile per la salute generale mantenere una dieta equilibrata, rimanere ben idratato, esercitare regolare attività fisica e dormire bene. Ne avevamo mai sentito parlare, prima? Fonte:https://www.who.int/images/default-source/health-topics/coronavirus/myth-busters/web-mythbusters/7.png?sfvrsn=1aab7c90_4

  • L’alimentazione al tempo della quarantena, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità / Europa su cosa scegliere e come mangiare in modo sano

    Una Guida dell’OMS / Europa per le persone e le famiglie in auto-isolamento durante l’epidemia del COVID-19, periodo nel quale le normali abitudini alimentari possono essere profondamente modificate. Le oggettive difficoltà nel reperire articoli freschi non devono ostacolare l’assunzione di alimenti sani e variati, in particolare nei momenti in cui il sistema immunitario potrebbe essere “chiamato a combattere”. L’accesso limitato ai cibi freschi, inoltre, può anche portare ad un aumento del consumo di alimenti altamente trasformati, che tendono ad essere ricchi di grassi, zuccheri e sale. Ecco, quindi, una panoramica degli alimenti ad alto valore nutrizionale che sono generalmente convenienti, accessibili e hanno una scadenza più lunga. È possibile utilizzare questo elenco come ispirazione per cosa tenere a casa durante l’auto-quarantena o per soggiorni più lunghi: anche con pochi e limitati…

  • Cinema & Fumo: un legame molto forte

    – Che bello… non c’è che una sigaretta!– Ma se non fumi!– Lo so, non fumo. Io non aspiro perché fa venire il cancro, ma divento così incredibilmente bello con la sigaretta che non posso non averla in mano. Woody Allen “Manhattan” (1979) Il dialogo tratto da “Manhattan” di W. Allen, è solo uno di molti esempi di quello che è il rapporto tra il grande schermo e il fumo. In principio ci furono Humprey Bogart (Casablanca) e Rita Hayworth (Gilda), poi James Dean (Gioventù Bruciata, Il Gigante), John Travolta (Grease), Sean Connery (James Bond), Uma Thurman (Pulp Fiction), Monica Bellucci (Malena), Toni Servillo (La Grande bellezza). Dal 1927 al 1951 la American Tobacco Company aveva a libro paga circa duecento divi del cinema. Praticamente tutti: Clark Gable, Cary Grant, Spencer Tracy, Joan Crowford, John…